In questo sito non vengono utilizzati cookies per raccogliere informazioni personali in modo diretto ma alcuni elementi di terze parti potrebbero anche utilizzarli.
Cliccando su "approvo", navigando il sito o scorrendo questa pagina confermi di accettare i cookies (che ricordiamo possono essere sempre disabilitati dalle impostazioni del tuo browser).
Leggi come vengono utilizzati i cookies su questo sito - Approvo

FAQ

Per sapere di più



In questa sezione alcune domande frequenti e relative risposte redatte a cura del dottor Pietro Cignini, ginecologo ed ostetrico. Gli esami da fare in gravidanza, le diverse tipologie di screening prenatali, e ancora temi quali la fertilità di coppia e la gravidanza sono affontati in maniera diretta e al tempo stesso comprensibile.

Sfoglia le nostre faq, categoria per categoria e approfondisci le diverse tematiche.

La menopausa è definita come un periodo di assenza di mestruazioni (detta amenorrea) superiore ai 12 mesi segnando la fine dei cicli mestruali. La menopausa può insorgere tra i 40-50 anni, ma l'età media è attorno ai 47 anni. La menopausa è un processo biologico naturale. Anche se si esaurisce la fertilità, si può rimanere comunque in buona salute, conducendo una vita sociale e sessuale normale. In alcuni casi i sintomi fisici, come le vampate di calore, ed i sintomi emotivi della possono disturbare il sonno, ridurre l'energia o - per alcune donne – acuire l'ansia o sentimenti di tristezza e di perdita.

Nei mesi o anni precedenti alla menopausa (perimenopausa), potrebbero insorgere diverse sintomatologie o segnali quali ad esempio:
•    Cicli irregolari
•    Secchezza vaginale
•    Vampate di calore
•    Sudorazione notturna
•    Problemi di sonno
•    Cambiamenti di umore
•    L'aumento di peso e metabolismo rallentato
•    Diradamento dei capelli e la pelle secca
E 'possibile, ma molto raro, avere le mestruazioni ogni mese fino all'ultimo ciclo, con una sospensione repentina. Più frequentemente, invece, si potranno avere delle irregolarità nel ciclo mestruale. Infatti saltare i cicli durante la perimenopausa è comune e previsto e spesso, si avranno periodi mestruali variabili dai due ai quattro mesi durante la perimenopausa.

A partire dalla perimenopausa, vanno programmate delle visite regolari con il proprio ginecologo per la prevenzione e le eventuali cure mediche del caso. E comunque questi controlli andranno proseguiti anche durante il periodo della menopausa.
La prevenzione in questa fase potrà essere eseguita mediante esami come una colonscopia, la mammografia, lo screening delle patologie cardiovascolari attraverso gli esami ematici e strumentali cardiologici, i test della tiroide se è presente una familiarità, ed ecografia pelvica e mammaria.

Prima di recarsi dal medico

Le visite possono essere brevi, ed è una buona idea per prepararsi in anticipo.
Appuntando i sintomi: ad esempio, fare una lista di quanti caldane si verificano in un giorno o settimane e notare quanto siano importanti.
Fare una lista di tutti i farmaci, erbe e integratori vitaminici che si assumono. Includere le dosi e la frequenza con la loro assunzione.
Essere accompagnati da un membro della famiglia o un amico. In previsione di molte informazioni date dal ginecologo potrebbe essere difficile ricordare tutto.
Preparare un elenco di domande da porre al medico. Elencare prima le vostre domande più importanti.